OWL – Web Ontology Language

novembre 16, 2008
Layer-Cake Diagram

Layer-Cake Diagram

Il livello che si trova sopra a RDF nel Layer-Cake Diagram (rappresentazione dell’architettura del Semantic Web) è OWL: Web Ontology Language.
Prima di tutto: cos’è un’ontologia? Con questo termine si intende la descrizione delle entità presenti in un sistema e delle loro relazioni. Un’ontologia quindi non è un semplice vocabolario di termini, ma una rete di relazioni tra entità definite.
OWL è un linguaggio per definire Ontologie Web e lo scopo di queste ultime è quello di descrivere formalmente il significato dei termini utilizzati nei documenti Web.
Questo livello dell’architettura del Semantic Web è molto importante per il fatto che dà la possibilità di realizzare quel passo verso la “machine-readabilty” delle informazioni, che, come abbiamo già detto, è l’elemento chiave del Semantic Web. OWL è infatti progettato per essere usato dalle applicazioni che devono elaborare le informazioni web, piuttosto che per quelle che devono solo presentarle all’utente.
Da un punto di vista di sintassi OWL è un’estensione di RDF, ma si differenzia da quest’ultimo per il fatto che RDF è un modello per rappresentare le risorse Web e le loro relazioni tramite una sintassi definita, OWL invece fornisce un vocabolario per le classi e le proprietà delle risorse RDF e per le relazioni tra queste.
Altra caratteristica fondamentale del Semantic Web che è applicata in OWL, è il concetto di riusabilità e “open world“, nel senso che le ontologie devono poter essere riutilizzabili e combinabili, in modo da poter estendere, definendo nuove ontologie, le classi che sono già descritte in una certa ontologia preesistente.

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Juice – Intelligent discovery engine – Plugin per Firefox

novembre 8, 2008

Juice è un’interessante applicazione che si integra nel browser e fornisce delle informazioni rilevanti in base al contenuto che stiamo visualizzando durante la navigazione.

Facciamo un esempio per chiarire cosa si intende per “informazioni rilevanti in base al contenuto”: se stiamo navigando su un sito di news e vogliamo avere qualche informazione aggiuntiva ad esempio sulla località relativa alla notizia, sarà semplicemente necessario selezionare il nome della località dal testo della notizia con il cursore del mouse, fare un drag&drop et-voilà, Juice automaticamente inizia la ricerca delle informazioni riguardanti questa località. I risultati della ricerca vengono mostrati nella sidebar di Juice (che apparirà come se fosse la sidebar dell’elenco dei segnalibri).
Che risultati vengono mostrati? Sintesi dell‘articolo su Wikipedia relativo al termine da noi evidenziato, elenco di video relativi (visualizzabili anche direttamente dalla sidebar stessa), mappa della località.
Juice, inoltre, effettua automaticamente una ricerca su Google, Google Images, News, Videos e Blogs riguardo quella parola e mostra i risultati nella seconda sezione della sidebar.

Juice funge anche da pratico “raccoglitore” in cui possiamo registare, come se fossero nei segnalibri, video, o immagini, permettendone anche la visualizzazione diretta all’interno della sidebar stessa.

Per una dimostrazione del funzionamento di Juice, rimando al video di juiceapp.com:

Vodpod videos no longer available.

more about ““, posted with vodpod

Per utilizzare Juice, è semplicemente necessario scaricare e installare il plugin per firefox disponibile su http://www.juiceapp.com/. Una volta installato, Juice sarà disponibile sul nostro browser come se fosse una barra dei segnalibri, e possiamo aprirlo/chiuderlo tramite l’icona a forma di spremiagrumi in alto a destra nel browser.

juiceoff

juiceon