OWL – Web Ontology Language

novembre 16, 2008
Layer-Cake Diagram

Layer-Cake Diagram

Il livello che si trova sopra a RDF nel Layer-Cake Diagram (rappresentazione dell’architettura del Semantic Web) è OWL: Web Ontology Language.
Prima di tutto: cos’è un’ontologia? Con questo termine si intende la descrizione delle entità presenti in un sistema e delle loro relazioni. Un’ontologia quindi non è un semplice vocabolario di termini, ma una rete di relazioni tra entità definite.
OWL è un linguaggio per definire Ontologie Web e lo scopo di queste ultime è quello di descrivere formalmente il significato dei termini utilizzati nei documenti Web.
Questo livello dell’architettura del Semantic Web è molto importante per il fatto che dà la possibilità di realizzare quel passo verso la “machine-readabilty” delle informazioni, che, come abbiamo già detto, è l’elemento chiave del Semantic Web. OWL è infatti progettato per essere usato dalle applicazioni che devono elaborare le informazioni web, piuttosto che per quelle che devono solo presentarle all’utente.
Da un punto di vista di sintassi OWL è un’estensione di RDF, ma si differenzia da quest’ultimo per il fatto che RDF è un modello per rappresentare le risorse Web e le loro relazioni tramite una sintassi definita, OWL invece fornisce un vocabolario per le classi e le proprietà delle risorse RDF e per le relazioni tra queste.
Altra caratteristica fondamentale del Semantic Web che è applicata in OWL, è il concetto di riusabilità e “open world“, nel senso che le ontologie devono poter essere riutilizzabili e combinabili, in modo da poter estendere, definendo nuove ontologie, le classi che sono già descritte in una certa ontologia preesistente.

Leggi il seguito di questo post »